Acquamarina

L'Acquamarina trae il suo nome dal suo colore che va da un azzurro cielo profondo e intenso,

ad un azzurro più chiaro come l'acqua del mare, deriva dalle parole latine “aqua” (acqua) e “marinus”

(appartenente al mare), secondo un´antica tradizione questa gemma avrebbe calmato le ire del dio del mare.

L'Acquamarina viene spesso scambiata con il topazio azzurro ma la sua rarità e colore non ha paragoni,

appartiene alla famiglia dei Berilli come lo Smeraldo.

A differenza dello Smeraldo si trova in cristalli anche di grandi dimenzioni e quasi priva di inclusoni.

Il Brasile è ancora uno degli esportatori maggiori al mondo per questa gemma, anche se altri Paesi come

la Nigeria, il Madagascar, il Mozambico e lo Zambia hanno guadagnato un ruolo importante nell'estrazione

dell'Acquamarina.

La principale miniera di acquemarine è situata a Santa Maria de Itabira, da cui si estraggono gli esemplari

più preziosi, dal bellissimo colore azzurro intenso e profondo, Tra gli esemplari provenienti dal Brasile

appartengono inoltre le Acquamarine São-Domingos dal classico blu pastello, così come le Acquamarine

Santa Teresa, che incantano con il loro blu turchese brillante.

Anche l'Acquamarina Boca- Rica prende il nome dal giacimento brasiliano, dove si estraggono gemme

con tonalità esotiche.

Le altre miniere si trovano in Russia , Madagascar,India Stati Uniti,Australia e Sud Africa.

Ha una durezza di 7,5 sulla scala di mohs ed è birifrangente.