Corallo

Si pensa che la parola corallo derivi dal greco koraillon cioè "scheletro duro"

Il corallo rosso è l'unica specie del genere Corallium che vive nel Mediterraneo

dalla Grecia e dalla Tunisia fino allo Stretto di Gibilterra, Corsica, Sardegna, Sicilia e

 Baleari incluse, ma è diffuso anche nell'Atlantico orientale in Portogallo, Canarie, Marocco e Isole

 di Capo Verde,  può trovarsi dai 20/ 30 metri fino a 200 metri di profondità, di solito  in luoghi poco

 illuminati e riparati con scarsa vegetazione.

 Il colore  va dal rosso cupo al rosa pallido sino al bianco. .

il corallo ha trovato in Sardegna una gratificante simbiosi con l’oro e la gioielleria. In grado,

secondo la tradizione di scacciare la cattiva sorte

Il corallo di Alghero è conosciuto come tra i più pregiati del Mediterraneo per la particolare  compattezza

 e soprattutto per il colore rosso rubino

   La pesca fino agli anni '80, avveniva attraverso una barca da pesca a motore, anticamente a vela latina,

 denominata corallina, la quale trascinava una grossa croce di legno a bracci uguali appesantita attraverso

 grossi massi ed alla quale erano attaccate reti di canapa.

 Oggi per la particolare azione devastante dei fondali di tale strumento questa tecnica in Sardegna

 è stata completamente vietata , ed è consentita solamente a 30 pescatori subacquei professionisti

con regolare licenza a profondità non inferiori a 80 metri.

 Oggi Alghero e Torre del Greco  restano i più importanti centri  per la lavorazione del corallo nel mediterraneo.